Facebookyoutube
Cookie Policy
Privacy Policy
Commestibile ma di scarsa qualità...

PERIODO E RACCOLTA

Dall’estate all’autunno inoltrato.

 

DESCRIZIONE

Cappello 5-12 cm da emisferico poi convesso-spianato, cuticola di colore viola intenso, fibrillosa, ricoperta da squamule pelose, asciutta, opaca a volte con sfumature porpora.

Gambo cilindrico, robusto, ingrossato alla base e ricoperto da micelio, cotonoso violetto. Pieno poi cavo, con colore uguale al cappello.

Lamelle adnate, uncinate, larghe, viola intenso poi bruno a maturazione.

Carne tenera, piuttosto fibrosa e tenace nel gambo, color violetto alla sezione.

Cortinarius violaceus
Cortinarius violaceus
Cortinarius violaceus
Cortinarius violaceus
Cortinarius violaceus
Cortinarius violaceus
Cortinarius violaceus
Cortinarius violaceus
Cortinarius violaceus
Cortinarius violaceus

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PROPRIETÀ ORGANOLETTICHE

Odore forte, caratterisco di legno di cedro, sapore dolce.

 

HABITAT

Boschi di latifoglie e conifere.

 

NOME SCIENTIFICO

Cortinarius violaceus

 

NOME DIALETTALE

Non pervenuto

 

COMMESTIBILITÀ

Commestibile (mediocre)

 

NOTE

Dopo cottura si intensifica l’odore della carne fino a diventare nauseante, per questo motivo se ne sconsiglia il consumo.

 

 

Commenti

Pubblicità