Eccoci di ritorno dal campo.

Sono stati tre giorni intensi e divertenti e nonostante siano tanti anni che organizzo queste attività, continuo ad entusiasmarmi ed arricchirmi. Il gruppo, interessato e gioviale ha fatto il resto.

L’ obbiettivo del primo giorno – le sorgenti del Secchia – è stato difficoltoso da raggiungere in quanto nel versante Nord la neve deformata ha costretto ad un fuori sentiero impegnativo ma privo di neve e sicuro.

Dopo la faticosa salita la visione del circo glaciale, che sovrasta la piana delle sorgenti, ci ha lautamente ripagato.

Sorgenti del Secchia
Sorgenti del Secchia
Sorgenti del Secchia
Sorgenti del Secchia
Sorgenti del Secchia
Sorgenti del Secchia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel secondo giorno abbiamo visitato la parte est del parco. In questa zona la presenza del canide è storicamente documentata ai primi anni 2000 con un branco riproduttivo. Durante il tragitto abbiamo rinvenuto numerose marcature e segni di presenza.

Sullo sfondo le Alpi Apuane
Sullo sfondo le Alpi Apuane
Resti di un pasto, forse capriolo
Resti di un pasto, forse capriolo
Fatta di lupo
Fatta di lupo
Sul sentiero verso le sorgenti del Secchia
Sul sentiero verso le sorgenti del Secchia

 

 

 

 

 

 

 

 

Salita Pian del Monte
Salita Pian del Monte

 

Pianvallese
Pianvallese

 

 

 

Fioritura 1400 mt di quota
Fioritura 1400 mt di quota
Sede del Parco Relatore Luigi Molinari
Sede del Parco Relatore Luigi Molinari

La domenica visita ad un vecchio sito riproduttivo in collina,nessuna evidenza lupina, giornata calda e gradevole con varie fioriture in corso.

Ringrazio di cuore i nostri due relatori, Luigi Molinari e Massimo Gigante per la loro presenza e pazienza. Grazie a loro abbiamo approfondito le nuove problematiche e compreso la complessità della fauna dell’ appennino.

Un saluto a tutti.

Giovanni Grossi

 

Comments