Facebookyoutube
Cookie Policy
Privacy Policy
La mia intervista a "la Repubblica" di Bologna

trovaBOLOGNA – supplemento de la Repubblica, pag. 39, edizione di novembre 2015

Sir Fungo
Sir Fungo

Dal 2013, quando è stato istituito il Mondiale di funghi a Cerreto Laghi, Franco Chiarabini conserva con orgoglio il titolo di campione iridato. E’ lui da tre anni a salire sul podio. L’ultima volta lo scorso ottobre con il suo gruppo La Forza del Prampa ha sbaragliato oltre 400 partecipanti provenienti da ogni parte d’Italia, Svizzera e perfino Lituania.

Una passione cominciata da bambino, quando il nonno lo portava nei boschi, che prosegue da 40 anni e che tuttora nei periodi buoni lo spinge ad alzarsi nel cuore della notte per trascorrere un paio di ore a caccia di funghi. Le zone più amate sono quelle dell’Appennino Reggiano, intorno a Monte Prampa, Prati di Sara, Pradarena, Cavalbianco e Presalta, che  ormai conosce a menadito. “Fungaiole comprese, ricche di micelio, l’apparato vegetativo che ne consente la proliferazione, capace di durare cent’anni. C’è anche chi le segna sul GPS e poi si fa guidare dal navigatore. A me non serve e poi si perde la poesia”, spiega Chiarabini. I più ricercati sono naturalmente i porcini. “In Appennino se ne trovano quattro tipi, crescono sotto i pini, i faggi, le castagne e le querce”.

Difficile che lui torni a casa con meno di tre chili, il massimo consentito. Che poi regala agli amici. “Benché li conservi, essiccandoli e sottovuoto, sono comunque troppi per una famiglia sola. Poi a me piacciono fritti ed è meglio non esagerare”. Ricorda che l’ultima annata buona è stata il 2012, un po’ per colpa del clima, un po’ per colpa di cercatori poco accorti. “Mi fa davvero arrabbiare. Io vado a funghi perché amo la natura. Non si può dire lo stesso di molte altre persone. L’Appennino rischia di essere devastato, raccolgono funghi sotto i tre centimetri, io se ne trovo di troppo piccoli li nascondo sotto le foglie. Altrimenti che senso ha?”

 

Franco Chiarabini
Franco Chiarabini

 

Emanuela Giampaoli

 

Commenti

Pubblicità