Facebookyoutube
Cookie Policy
Privacy Policy
Il mondiale è agli archivi con grandi risultati, ma la caccia al fungo non si ferma di certo.

Gazzetta di Reggio, edizione del martedì 06 ottobre 2015

C’è stata anche un po di ironia e di sarcasmo, ovviamente bonario come sempre nel mondo dei cercatori, quando sul gradino più alto del podio nella sezione a squadre del Mondiale del Fungo è salita “La Forza del Prampa”, compagine guidata da Franco Chiarabini, che è un vero campione di ricerca funghi visto che due anni fa aveva vinto la classifica singolare e l’anno scorso sia quella singola che quella a squadre.

Viva il Parco

Il cercatore villaminozzese spiega:“Quest’anno il regolamento imponeva di scegliere una sola categoria in cui cimentarsi, e l’anno scorso mi ero trovato così bene con la nostra squadra che ho voluto continuare con loro”.

Ma qual è il segreto per confermarsi un cercatore così vincente? “Ce l’ho nel sangue – afferma divertito – In realtà vado per boschi da quando avevo 6 anni. Ci andavo con mio nonno e mi è sempre piaciuto moltissimo. E’ diventato quasi come una casa. Negli anni poi fai sempre di più l’occhio e poi fai sempre di più l’occhio e quasi il fiuto a dove possono essere le vene di funghi. E poi ho maturato una grandissima passione: capita a volte che al mattino arrivo al lavoro alle 8, e prima sono già stato a cercare funghi nel bosco alzandomi in pratica di notte”.

Chi è appassionato cercatore lo sa, se le condizioni meteo lasciano pensare che ci possano essere nuove vene nel bosco, è quasi impossibile tenere a freno un appassionato cercatore, e le ore prima dell’alba sono ottime per partire alla ricerca.

Ma dall’alto della sua esperienza, non possiamo non chiedere a Chiarabini com’è questa annata per gli appassionati. “Fino al 2012 abbiamo avuto ottime buttate di funghi nei mesi di settembre-ottobre, negli ultimi due anni c’è stata più scarsità. Finora non ci sono state grosse buttate, e dopo una estate molto calda nelle ultime settimane paradossalmente è piovuto un po’ troppo. Però adesso che gira la luna, secondo me, sta per arrivare una grossa buttata”.

Il mondiale è agli archivi con grandi risultati, ma la caccia al fungo non si ferma di certo.

 

Commenti

Pubblicità